Bomber – Film Completo – PRIMO TEMPO

Bomber – Prima parte

Bomber è un film del 1982 diretto da Michele Lupo e interpretato da Bud Spencer e Jerry Calà.

Bud Graziano, alias Bomber, vecchia gloria del pugilato, lavora ormai su una vecchia barca logorata come capitano. La sua barca è destinata alla demolizione e lui si ritrova senza lavoro e senza un tetto. Incontra sulla sua strada Jerry, giovane proprietario di una palestra frequentata da personaggi pittoreschi, che praticano la boxe con scarsi risultati, salvandolo da loschi figuri che vogliono picchiarlo, rivelando la sua natura di pugile.

Jerry lo convince, grazie all’aiuto di sua sorella Susanna e con l’offerta di vitto e alloggio, a trovare un pugile per un imminente incontro con la palestra di Rosco Dunn, un “sergentone americano” dedito a mille loschi traffici, che vince con l’inganno e incute paura a chi lo sfida. Durante una rissa in un locale, Bud nota Giorgio Desideri – in arte Giorgione – un ragazzo napoletano che vive di espedienti ed estraneo allo sport ma dal destro vincente.

Dopo un inseguimento pieno di risate, lo convincono e Giorgione diventa un promettente sportivo, nascono le amicizie con tutti i personaggi e Giorgione – nonostante un arbitraggio sfacciatamente a suo sfavore – sconfigge l’atleta degli americani Sam Newman. In seguito alla sconfitta subita, gli scagnozzi di Rosco incendiano la palestra di Jerry. Bomber decide di sfidare il sergente americano in una divertente gara clandestina di tiro alla fune e vince.

Con il denaro conquistato riaprono la palestra “Forti e Tenaci”. Successivamente però Rosco Dunn riesce a corrompere Giorgione raccontandogli una versione menzognera dell’incontro di boxe tra lui e Bud Graziano (in realtà i suoi scagnozzi fratturarono la mano di Bud il giorno prima dell’incontro). Giorgione perde volontariamente un incontro con un certo Attilio Jacovoni detto Tritolo e si pone così alle dipendenze di Croupe, il suo socio.

Bud si vendica devastando il locale di Croupe e riesce a riportare Giorgione sulla retta via. Desideri sfida Dunn a un incontro di pugilato per consentire a Bud Graziano di avere la sua rivincita. Dopo un duro allenamento, la sera dell’incontro gli scagnozzi di Dunn spezzano la mano destra a Giorgione, ripetendo quanto accadde anni prima con Bomber prima che affrontasse il sergente. Nonostante l’infortunio Giorgione riesce a restare in piedi alla prima ripresa.

Infine Bomber scopre l’imbroglio e, spedendo l’arbitro fuori dal ring con uno spintone, affronta Rosco Dunn. Con le mani in perfette condizioni stavolta, sostenuto dall’intero palasport, Bud Graziano tempesta di colpi Dunn, e lo sconfigge nettamente (in questa sorta di rivincita del loro primo incontro, vinto con l’inganno dal sergente americano) mandandolo, infine, fuori dal ring dalla terza corda con un bel destro. Bomber ottiene così la meritata rivincita e, braccia spalancate, riceve l’acclamazione del pubblico e dei suoi amici.