Alessandro Siani e Bisio – Benvenuti al sud – Parte 1

Benvenuti al sud – Parte 1 – 52min (Parte 2 non disponibile)

“Un forestiero quando viene a Napoli piange due volte, quando viene e quando parte”, Benvenuti al Sud, di Luca Miniero si apre e si chiude con questa emblematica frase. Il film è un remake made in Italy di un grandissimo successo francese “Giù al nord” e conseguentemente  la sua trama riprende l’originale francese, intrecciato con le nostre usanze e gli stereotipi del sud Italia come il caffè, la camorra e l’immondizia.

Alberto, responsabile dell’ufficio postale di una cittadina della Brianza, sotto pressione della moglie Silvia, è disposto a tutto pur di ottenere il trasferimento a Milano. Anche fingersi invalido per salire in graduatoria. Ma il trucchetto non funziona e per punizione viene trasferito in un paesino della Campania, il che per un abitante del nord equivale a un vero e proprio incubo.

Rivestito di pregiudizi, Alberto parte da solo alla volta di quella che ritiene la terra della camorra, dei rifiuti per le strade e dei “terroni” scansafatiche. Con sua immensa sorpresa, Alberto scoprirà invece un luogo affascinante, dei colleghi affettuosi, una popolazione ospitale e un nuovo e grande amico, il postino Mattia, al quale darà una mano per riconquistare il cuore della bella Maria. Il problema ora però è un altro: come dirlo a Silvia? Già, perché da quando è partito, non solo il loro rapporto sembra rifiorito, ma agli occhi dei vecchi amici del nord Alberto è divenuto un vero e proprio eroe.